lunedì 28 ottobre 2019

ABOUT FRANZ (THE KAFKA PORTFOLIO)


ABOUT FRANZ

THE KAFKA PORTFOLIO

Questa serie di tavole disegnate ,fanno parte del mio graphic novel(About Franz) pubblicato solo parzialmente su questo sito web.

Un fumetto  sulla narrativa in forma breve di  Franz Kafka

Non il castello ,nè la metamorfosi,ma tutti quei racconti brevi a volte brevissimi ,molti dei quali salvati dall'oblio dall'amico Max Brod.

Mai come in questa letteratura in forma breve,qualcuno aveva toccato il fuoco dell'inconscio ,del sogno ,del mistero ,del sovra sensibile quanto il grande scrittore boemo.

La sua trama non risolta ,il linguaggio, la tematica dello straniero 
influenzeranno alcune tra le menti più luminose del 900(basti pensare a Gilles Deleuze e Carmelo Bene)
Qui troverete non solo i racconti di Kafka ,ma anche i miei racconti originali ,ispirati dalla sua figura.


 (Non è necessario che tu esca di casa. Rimani al tuo tavolo e ascolta. Non ascoltare neppure, aspetta soltanto. Non aspettare neppure, resta in perfetto silenzio e solitudine. Il mondo ti si offrirà per essere smascherato, non ne può fare a meno, estasiato si torcerà davanti a te.)F.K.

contact:

Claudio Bellato guitarevents@gmail.com

IL RITORNO
HEIMKEHR 1920
---------------------------




L'ALBERO
UN FUMETTO ISPIRATO ALLA FIGURA DI FRANZ KAFKA
---------------------






IL CACCIATORE GRACCO
Der Jȁgher Ghracchus 1917
-------------------------------------





IL CAVALIERE DEL SECCHIO
Dȅr Kubelreiter 1916
----------------------------------





GIUSEPPINA E IL POPOLO DEI TOPI
Josefine ,die Sȁngerine oder Das Volk der Mȁuse 1924
--------------------------------------------------------------



domenica 26 maggio 2019

venerdì 19 ottobre 2018

IL CACCIATORE GRACCO


Der Jäger Gracchus

Il cacciatore Gracco

Franz Kafka
1916
Un fumetto auto prodotto 

di  Claudio Bellato

domenica 18 dicembre 2016

Il Cavaliere del secchio


Il cavaliere del secchio- tavola uno


Dall'omonimo racconto di Franz Kafka
Adattamento e disegni di Claudio Bellato.


tav.2

tav.3



tavola 4
tavola5

tav.6
tav.7

tav 8 end





venerdì 15 aprile 2016

L'albero. Un fumetto ispirato alla figura di Franz Kafka

L'albero tavola n.5
testo e disegni.Claudio Bellato







Questo disegno fa parte di una serie di fumetti
adattati o ispirati alla vita ed ai racconti brevi di Franz Kafka
che sto realizzando e che pubblichero' con piccoli assaggi
in questo blog. Cio' non toglie che se qualche editore fosse interessato....
A discapito delle didascalie ,il mio rispetto per l'opera di Kafka
e immenso..Ma in questo disegno,la voce fuori campo appartiene ad un personaggio
in qualche modo tormentato dalla figura di un Kafka veggente...

martedì 13 ottobre 2015

Il ritorno (un racconto di Franz Kafka)




Il ritorno
Franz Kafka
Illustrazioni by Claudio Bellato
tavola N°1 e N°5





“Sono ritornato, ho attraversato l’ingresso e mi guardo intorno. E’ il vecchio cortile di mio padre. La pozzanghera nel mezzo. Attrezzi vecchi, inservibili, intricati tra loro ostacolano il passaggio alla scala del solaio. Il gatto sta in agguato sulla ringhiera. Un panno a brandelli, avvolto un giorno per giuoco intorno a un palo, si agita al vento. Sono arrivato. Chi mi riceverà? Chi aspetta dietro la porta della cucina? Dal camino esce il fumo, si sta bollendo il caffè per la sera. Ti senti a tuo agio, senti di essere a casa tua? Non lo so, sono molto incerto. È la casa di mio padre, ma freddi stanno gli oggetti l’uno accanto all’altro, come se ciascuno badasse ai fatti suoi che in parte ho dimenticati, in parte mai conosciuti. Pur essendo figlio del babbo, del vecchio agricoltore, come potrò essere utile, che cosa sono per loro? E non oso bussare alla porta della cucina, ascolto soltanto da lontano, da lontano sto in ascolto, in piedi, ma non in modo che mi si possa sorprendere a origliare. E siccome ascolto da lontano, non afferro nulla, odo o credo forse soltanto di udire un leggero ticchettio d’orologio che pare mi giunga dai giorni dell’infanzia. Ciò che si svolge in cucina è un segreto di coloro che vi stanno e che me lo nascondono. Quanto più si indugia fuori della porta, tanto più si diventa estranei. E se ora qualcuno aprisse la porta e mi rivolgesse una domanda? Non sarei io stesso come uno che voglia custodire il suo segreto?”